Roma Motodays: ai nastri di partenza

Conto alla rovescia per la decima edizione di Motodays: il Salone della Moto e dello Scooter si svolgerà in Fiera Roma dall’8 all’11 marzo, con un pieno di novità. La presentazione si è svolta questa mattina, nel Palazzo delle Federazioni Sportive Nazionali del CONI, alla presenza dell’Amministratore Unico di Fiera Roma Ing. Pietro Piccinetti e del Presidente della Federazione Motociclistica Italiana Avv. Giovanni Copioli, con ospiti d’eccezione il conduttore televisivo e pittore Charlie Gnocchi e il pilota e team manager Michel Fabrizio. Al tavolo dei relatori, anche Mauro Giustibelli, Exhibition Manager di Roma Motodays, l’ing. Silvio Manicardi, presidente del Comitato Promotore e MonicaCromillaDorigatti, motoviaggiatrice che condurrà gli incontri sul palco “Welcome Bikers” nell’area turismo durante le giornate di Roma Motodays.

Presenti anche i piloti Letizia Marchetti – la pilota più veloce d’Italia, vincitrice del challenge maschile National Trophy 1000 in sella ad una BMW 1000, e Davide Stirpe, Campione Italiano Supersport. Un importante traguardo – Ad aprire l’incontro è stato il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana Giovanni Copioli. “Roma Motodays è un evento di grande rilevanza e la FMI è orgogliosa di farne parte”, ha detto. “Durante la manifestazione organizzeremo molte iniziative, istituzionali e non, rivolte ai numerosi appassionati che visiteranno il Salone della Moto capitolino, giunto all’importante traguardo della decima edizione. Teniamo molto a questa collaborazione anche perché Roma Motodays è partner del Campionato Italiano Velocità, organizzato direttamente dalla Federazione. Con l’A.D. Pietro Piccinetti e con tutti i suoi collaboratori vi è un ottimo rapporto, grazie al quale è nata una grande sinergia. Auguro il meglio agli organizzatori di questa fiera che, sono certo, otterrà ottimi numeri e riscontri”.

Un grande volano per l’economia – L’ing. Pietro Piccinetti, Amministratore Unico di Fiera Roma ma anche motociclista praticante, si è dichiarato soddisfatto della partnership con FMI. “Uniti si vince e quindi siamo felici che nasca questa stretta collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana”, ha detto l’ing. Piccinetti. “Da sempre le fiere sono punti d’incontro, spazi aperti e occasioni di business e quindi è fondamentale accordarsi per crescere. Tutte le moto portano a Roma, e Roma è la capitale indiscussa delle due ruote del Mediterraneo con un numero esorbitante di due ruote. Per affermarlo con maggiore forza, abbiamo voluto sviluppare una verticalizzazione, stiamo parlando per sviluppare eventuali future iniziative insieme a ANCMA e EICMA, e dando già da quest’anno a Roma Motodays una forte connotazione turistica. Il turismo congressuale è un aspetto fondamentale dell’economia italiana e per questo abbiamo previsto al padiglione 6 delle presenze internazionali e la ‘Borsa Internazionale del Turismo su due ruote’. Fiera Roma sta diventando un grande volano dell’economia, quest’anno avremo oltre dieci fiere nuove e, anche insieme a Roma Motodays, debutta una novità. Negli stessi giorni infatti
si lancia l’edizione zero di VO, Veicolo d’Occasione, un appuntamento con autovetture d’occasione, usato di qualità, certificato e garantito. Il primo piccolo passo di una storia sicuramente di successo, grazie alla partnership con IFEMA, primo organizzatore fieristico spagnolo, e alla collaborazione con ACI”.

I primi dieci anni – “Roma Motodays è un progetto nato da un’idea di Roberta Corradini, che veniva dal settore delle due ruote motorizzate, e che propose di coinvolgere l’ing. Silvio Manicardi, oggi più che mai una colonna di questo evento, ha ricordato Mauro Giustibelli, Exhibition Manager di Roma Motodays. “Da allora abbiamo avuto ospiti otto campioni del mondo e due piloti romani che ci sono sempre vicini: Michel Fabrizio e Davide Giugliano. In questi dieci anni abbiamo totalizzato oltre 25.000 prove effettuate con la Riding Experience, abbiamo ospitato oltre 2.340 espositori, con 2.870 moto in 43 padiglioni, su 376.000 mq interni e 55.000 mq esterni. Sono stati ben 1.164.000 i visitatori complessivi e 63 le ore di spettacolo. E per gli amanti dei numeri, sono stati venduti 220.000 panini e 350.000 birre”.

Gnocchi: La moto è simbolo di salute – “Sono un amico di Roma Motodays perché sono un motociclista e a Roma Motodays ho trovato il mio habitat naturale, oltre a molti amici”, ha detto lo showman televisivo Charlie Gnocchi. “A Roma si può usare la moto 11 mesi all’anno con lo sguardo su bellissimi paesaggi. Abbiamo veramente il top! Sarò a Roma Motodays con i miei quadri che raffigurano la moto e con i quali sostengo la Peter Pan Onlus. La moto è simbolo di salute, simpatia, divertimento e socialità e per questo eventi come Roma Motodays devono crescere sempre di più. Abbiamo tutte le carte per diventare la più importante fiera motociclistica internazionale europea!” ha aggiunto Gnocchi, che ha concluso il suo intervento con una gag legata al periodo elettorale, invitando la platea a votare per il fantomatico Partito Italiano Rivoluzione Lavoratori Autonomi (PIRLA), con tanto di logo nel quale, guarda caso, compare una moto.

Il cammino con le università – “Sono entusiasta di essere a capo del comitato Scientifico Promotore di Roma Motodays perché questa iniziativa ha portato tante idee e ci ha permesso di fare un salto di qualità oltre le nostre stesse aspettative. In particolare abbiamo intrapreso un cammino con le università Roma3 e Niccolò Cusano di Roma e questo ci ha permesso di alzare il livello della nostra preparazione tecnologica”, ha detto l’ing. Silvio Manicardi, presidente del Comitato Scientifico Promotore di Roma Motodays. “Le università saranno presenti nei giorni di Roma Motodays e ci spiegheranno le novità che hanno in programma nel nostro settore. “Confermata anche l’area vintage che ogni anno verte su una tematica specifica: in questa edizione sarà dedicata alle Moto in Divisa. Avremo circa venticinque pezzi straordinari di moto non solo italiane che ci faranno respirare aria d’epoca. Ci saranno anche 10 “Amici del vintage” che presenteranno le moto più interessanti delle loro collezioni e il pubblico potrà votare lo stand di maggior gradimento. E infine, se il tempo sarà clemente abbiamo previsto anche una sfilata di moto anni Settanta. Saranno presenti come sempre le istituzioni: l’Esercito Italiano porterà i simulatori di guida per i ragazzi in modo di unire al dilettevole anche una funzione educativa e ci sarà anche l’Aeronautica, con il suo simulatore di volo sempre molto richiesto”.

Il turismo con Cromilla – “L’area turismo sarà completamente rinnovata grazie alla Borsa Internazionale del Turismo su due ruote”, ha detto Monica ‘Cromilla’ Dorigatti. “Gli operatori provenienti dalle varie regioni italiane saranno affiancati da operatori di tutto il mondo. Tanti anche gli appuntamenti con i motoviaggiatori in un calendario fittissimo di incontri. La caratteristica della nostra area sarà un pubblico profilato, non avremo solo curiosi ma tanti club che parteciperanno e interagiranno con noi.”

Michel Fabrizio – “Sono l’unico pilota ad aver partecipato a tutte le edizioni. Come romano sono contentissimo che Roma abbia una fiera così importante per le due ruote, che mancava”, ha detto Michel Fabrizio, che fra i suoi trascorsi annovera quelli da pilota ufficiale Ducati nel mondiale Superbike e che oggi è principalmente team manager. “Da quest’anno faccio parte anche Comitato Promotore di Roma Motodays e quindi ho scoperto quanto lavoro c’è ‘dietro le quinte’, il che è veramente entusiasmante. Un po’ come la preparazione di un campionato, che ultimamente vivo anche da team manager, anche se quest’anno tornerò a correre nel CIV. Ma prima che in pista, vi do appuntamento in Fiera Roma”.

Letizia Marchetti – “Quando si parla di moto non posso mancare: non perdo mai l’appuntamento con Roma Motodays e sono felice che quest’anno ci saranno eventi dedicati alle motocicliste”, ha detto la Marchetti. “Anche quest’anno gareggerò con gli uomini, nella R1 Cup, e mi dispiace essere l’unica donna. Vorrei che altre ragazze seguissero il mio esempio perché con il lavoro e i risultati si possono abbattere i pregiudizi in un mondo così maschile come quello delle due ruote. Per esempio, ora, grazie alle mie prestazioni, i colleghi mi vedono come un pilota e non come una donna.”

Davide Stirpe: “Sarò presente a Roma Motodays come istruttore, mi piace moltissimo trasferire le mie esperienze di guida ai più giovani. Il mio sogno è aprire una scuola certificata FMI. Una scuola del genere manca a Roma e nel centro Italia e vorrei colmare questa lacuna.”

IL DESIGN DI ALDO DRUDI
Il logo di Roma Motodays si rinnova grazie all’intervento di un artista del design quale è Aldo Drudi: il designer dei campioni, che da sempre lavora con molte aziende, da Ducati a Yamaha, da Honda a Dainese, e che firma i caschi di tanti piloti. “Non solo di Valentino Rossi, ma anche di Mick Doohan, Kevin Schwantz e, per restare in ambito romano, di Max Biaggi e Davide Giugliano”, come ama precisare lui stesso. “La prima mossa è stata aggiungere ‘Roma’ al logotipo che esisteva: è clamoroso poter spendere il nome di una città così importante”, spiega Aldo Drudi, dal suo studio creativo a Riccione. Drudi ha disegnato anche la nuova locandina. “Siamo andati dal racing alla ragazzina che si sposta con lo scooter, dagli appassionati di moto custom ai fuoristradisti”, spiega Aldo Drudi. “Siamo partiti dalle foto che mi sono divertito a ritoccare con un esercizio grafico, che ho fatto di sera, nel dopolavoro, con un po’ di musica e di tranquillità e che ho letteralmente ‘sporcato’ con colori fluorescenti e la scolorina”.

FREDDIE SPENCER TESTIMONIAL
Roma Motodays avrà un testimonial d’eccezione per la sua decima edizione. Sarà infatti il tre volte campione del mondo Freddie Spencer a tenere a battesimo il decennale: il pilota della Louisiana, l’unico ad aver vinto nello stesso anno il mondiale nelle classi 250 e 500, incontrerà il pubblico per tutte le quattro giornate dell’evento. Sarà un’occasione unica per incontrare una vera leggenda: “Fast Freddie”, infatti, ha compiuto una delle imprese più eclatanti degli ultimi anni nel motociclismo, conquistando due titoli mondiali nello stesso anno in due classi diverse. Correva il 1985 quando Spencer già campione del mondo nel 1983 scendeva dal gradino più alto del podio della classe 250 per saltare in sella ad una 500 e conquistare la vittoria anche nella classe regina. Fu un anno indimenticabile, che portò a pensare a “Fast Freddie” come un superuomo, visti anche i distacchi stratosferici che infliggeva ai suoi rivali. In quella stagione magica, Freddie raccolse sette vittorie in 250 e altrettante in 500 laureandosi padrone assoluto del motociclismo.

LE CASE E LE PROVE
Saranno presenti ufficialmente le giapponesi Honda, Suzuki e Yamaha, il Gruppo Piaggio e MV Agusta, la bavarese BMW, l’austriaca KTM, le americane Harley-Davidson, Indian e UM Motorcycles, la svedese Husqvarna, l’inglese Triumph e la taiwanese Kymco. Honda presenterà un’anteprima mondiale nel settore scooter, mentre Suzuki lancerà sotto i riflettori una nuova special derivata dalla SV650. Roma Motodays si svolge tradizionalmente in primavera, ovvero quando la bella stagione comincia ad essere nell’aria, e con essa la voglia di muoversi in sella alle due ruote motorizzate. E’ il momento migliore per fare un giro d’orizzonte sul panorama del mercato. Ed è per questo che le Case produttrici saranno presenti con tutte le novità del 2018 che, come sempre, si potranno provare con la Riding Experience, attività peculiare di Roma Motodays. L’iniziativa consente, infatti, di provare le novità con il personale delle Case partecipanti, su un tracciato fuori la fiera di circa 15/20 km, consentendo di saggiare accelerazione, frenata e tenuta di strada pur rispettando la sicurezza e le norme del codice stradale. Con le sue quasi 1000 prove su strada ad edizione, la Riding Experience si è confermata anno dopo anno sempre più richiesta dalle Case e sempre più desiderata dagli amanti delle due ruote. Quest’anno la Riding vede crescere il numero delle Case partecipanti. Si potranno provare, infatti, le novità di gamma di Aprilia, BMW, Harley-Davidson, Indian, Moto Guzzi, Suzuki e Triumph.

2WHEELS2WORK
Roma Motodays torna ad essere il contenitore ideale per introdurre l’attualità dei temi rivolti a commuting, sharing e mobilità sostenibile, dedicando un padiglione alla mobilità su due ruote per muoversi in modo più intelligente. “2Wheels 2Work”, nato in Fiera Roma lo scorso anno con l’obiettivo di informare e sensibilizzare gli utenti verso un uso maggiore delle due ruote per muoversi in modo più intelligente, consapevole e sostenibile nelle metropoli, è un evento nell’evento. L’esposizione vedrà la partecipazione di aziende produttrici di scooter, moto, bici, e-bike, accessori moto e bici, nuove tecnologie, software e sistemi di mobilità urbana sostenibili. Sono previsti incontri sul “Mobility Manager aziendale” e sul “Mobility Manager scolastico” a cura di Roma Servizi Mobilità, che presenteranno gli strumenti e le regole per il mobility management e una sessione di approfondimento tecnico, rivolti agli ordini professionali, commuter urbani per eccellenza, e ai dirigenti e docenti scolastici, per promuovere forme di mobilità sostenibile casa-scuola. Numerosi gli appuntamenti, con incontri tecnico-scientifici, workshop e dimostrazioni per presentare novità, applicazioni future e prospettive per la mobilità urbana. In particolare, i Motorbike Masterclass e le “Pillole di Tecnologia” saranno dei veri e propri tutorial tecnici con presentazioni e demo a cura di Università Roma Tre e Università Unicusano. La piattaforma “2Wheels2Work” sarà anche un’opportunità per analizzare, sostenere e promuovere il
fenomeno della Sharing Mobility in Italia e per confrontarsi sulle novità e sulle sfide di crescita del prossimo futuro per una mobilità sempre più “sostenibile”. Inoltre, ci saranno focus commerciali con presentazione delle novità del mercato: modelli, abbigliamento, accessori a confronto.

IL TURISMO
A Roma Motodays 2018 focus speciale e rinnovato sul mototurismo. L’area turismo del Padiglione 6 sarà infatti il palcoscenico della prima edizione della Borsa internazionale del turismo su due ruote, con la partecipazione di destinazioni italiane e straniere. Un’occasione di business per dar luogo a nuove relazioni tra operatori, perseguendo la vocazione internazionale di Fiera Roma, ma anche in grado di emozionare e divertire grazie alle testimonianze dei tanti viaggiatori che si avvicenderanno sul palco dell’area #WelcomeBikers.
Il format della Borsa Internazionale del Turismo su due ruote “BITM” nasce per offrire ai motociclisti soluzioni concrete ed oggettive per i loro prossimi itinerari e, soprattutto, occasioni di contatto utili a formalizzare prospettive di viaggio. Attraverso un meccanismo di “business matching” il biker potrà essere informato sulle nuove proposte di operatori provenienti da quasi tutti i Continenti: dalla Colombia alla Slovenia, dal Portogallo alla Tunisia e la Grecia. Oltre 30 le aziende coinvolte, con le principali attività italiane, da MotoExplora a Modus Movendi, da Libermoto a GoBiker, così come non mancheranno operatori specifici come Eagle Rider, specializzati in viaggi alla scoperta degli Stati Uniti in sella alle mitiche Harley-Davidson. Gli appassionati potranno trovare, tra gli altri, gli accessori di MyTech e i servizi di MotoAdventure, trasporto intercontinentale di moto, e Welcome Gentlemen Riders, che presenterà la nuova polizza viaggi Amerigo. Di assoluto rilievo l’intervento istituzionale della Sezione Turismo Commissione Turistica e Tempo Libero della Federazione Motociclistica Italiana che, oltre alla presenza espositiva nell’area, presenterà a Roma Motodays lo studio di settore relativo al Mototurismo come volano di ricchezza dei territori. Un importante focus verrà dedicato alle “Donne in motocicletta”, il progetto FMI che ha come finalità un corretto approccio alla moto da parte del mondo femminile, dalla scelta del mezzo alla sicurezza. Il Mototurismo sarà protagonista anche dell’intervento della FIM Europe – la Federazione Motociclistica Europea – che esporrà le proprie attività e presenterà il programma di corsi qualificanti per Tour Assistant motociclistico, che sta riscontrando un grande successo.

WelcomeBikers – La presenza di associazioni, motoclub e federazioni rende più viva che mai l’area #WelcomeBikers. Punti di ritrovo imperdibili saranno anche gli stand del BMW Motorrad Federclub Italia e degli HOG – Harley Owners Group – così come del Motoclub Ténéré Italia, dell’Honda Goldwing, dell’Africa Twin, il gruppo de Il 6% che va in moto tutto l’anno e molti altri. A Roma Motodays andrà in scena il mototurismo visto a 360 gradi, dunque, “condito” da una programmazione del palco ricca di interventi istituzionali e di incontri, coordinati dalla motoviaggiatrice Cromilla, alla scoperta dei territori e dei tanti viaggiatori che faranno emozionare il pubblico con le loro Corsi di Guidaavventure mozzafiato e fuori dal comune. Appuntamento anche con la solidarietà con l’esposizione di Bambini nel Deserto, quest’anno supportati anche dal viaggiatore Enrico Ruffa.

FEDERMOTO
Fin dalla prima edizione Motodays è legato al motorsport e lo conferma la presenza dei tanti campioni che ogni anno calcano le scene di Fiera Roma. Adesso questa affinità è ancora più dichiarata: Roma Motodays, infatti, ha siglato una partnership con la Federazione Motociclistica Italiana e per il triennio 2018-2020 sarà sponsor del principale campionato tricolore: il CIV, il Campionato Italiano di Velocità. La partnership con Federmoto porterà anche tanti contenuti nuovi a Roma Motodays. Lo stand della Federazione (Padiglione 3, spazio D3) sarà il punto di riferimento di appassionati e Tesserati, che potranno poi partecipare a molte attività. Per l’intera durata di Roma Motodays avranno luogo Corsi di Guida Sicura su Strada e di Prima Introduzione alla Guida, tenuti da Istruttori Federali. Fari puntati anche sul Mototurismo: la Commissione Turistica avrà un suo stand al padiglione 6 nell’area #WelcomeBikers, dove si terranno i worskshop “Turismo, driver per la promozione del territorio” (giovedì, ore 14.30) e “Donne in motocicletta” (sabato, ore 15.15). La FMI sarà inoltre presente nel Rione Officine, l’area tematica dedicata al mondo delle special e della customizzazione, partecipando alla giuria del contest e istituendo un proprio premio “Iron Touring”. Venerdì, spazio all’Educazione Stradale con lezioni rivolte alle scuole. Il programma delle attività federali è ancora in via di definizione visto l’alto numero di iniziative in programma dedicate a tutti i motociclisti. Per rimanere aggiornati, è sufficiente consultare regolarmente i siti www.federmoto.it e www.motodays.it. Già certi, invece, gli sconti per i tesserati FMI sul biglietto di ingresso: 8 euro invece di 12 per il giovedì e venerdì, 12 euro invece di 16 il sabato e la domenica.

A MOTODAYS SI ENTRA IN MOTO
Motodays si prepara ad accogliere i suoi visitatori nel migliore dei modi: in Fiera Roma si entrerà direttamente in sella alla propria moto o al proprio scooter, da parcheggiare fra i padiglioni del quartiere fieristico. Niente file alle casse, dunque, ma una via d’accesso decisamente privilegiata. Per entrare a Motodays senza dover parcheggiare all’esterno la propria cavalcatura, è sufficiente acquistare i biglietti in prevendita. Il biglietto di Motodays, che ha rinnovato la partnership con Best Union – Vivaticket, operatore nazionale primario per il ticketing, potrà essere acquistato in prevendita allo stesso prezzo del titolo in cassa, ma consentirà due agevolazioni rilevanti. La prima è la possibilità di parcheggiare con la propria moto o scooter all’interno del quartiere fieristico, utilizzando l’ingresso Ovest, a ciò riservato. Grande novità di quest’anno: il pubblico femminile che si presenterà in sella entrerà gratuitamente nelle giornate di giovedì e venerdì.

VINTAGE
Ogni anno a Roma Motodays viene realizzato un’area tematica d’epoca, da “Avevo 16 anni, il mio 125″, ai “50 cinquantini”, alle bellissime moto degli ’70 o degli anni ’80. Per la decima edizione il tema è “La moto in divisa”, ovvero la moto militare, in collaborazione con l’Esercito, l’Arma dei Carabinieri e di alcuni privati tra cui il club Highway Six (che deriva il suo nome dall’appellativo ironico con cui gli Alleati chiamavano la Strada Statale n. 6 Casilina che dal Sud portava a Roma). L’esposizione potrà contare su oltre 25 pezzi tra cui tra le italiane alcune Moto Guzzi, Benelli, Gilera e anche un 3×3 o Mulo Meccanico, mezzo in dotazione nel dopoguerra alle forze Alpine. Dai Carabinieri anche moto dei Corazzieri. Tra le moto straniere alcuni pezzi tedeschi (BMW, Zündapp, NSU), inglesi (BSA, Matchless) e americani (Indian, Harley- Davidson).
Quest’anno sono stati invitati anche 10Amici del vintage” che presenteranno le moto più interessanti delle loro collezioni in stand arredati in modo particolare. Il pubblico potrà votare quello di maggior gradimento che verrà eletto “Il preferito dal pubblico di Motodays”.

RIONE OFFICINE
Il padiglione dedicato al mondo delle special ammicca molto chiaramente al design e all’industria, che negli ultimi anni ha dedicato energie importanti per soddisfare le esigenze dei clienti più creativi. La denominazione, “Rione Officine”, sintetizza tanto la rilevanza del mondo delle officine, veri e proprio laboratori creativi, di diversa dimensione e clientela, quanto la connotazione territoriale: Roma. Numerose le attività.

SPECIAL AWARD – Organizzato direttamente da Roma Motodays, nell’area tematica dedicata alle special e alle officine, si configura come il contest centrale per le custom. “Rione Officine Special Award” è lo spazio espositivo posto centralmente nel padiglione, in cui troveranno esposizione alcune moto già preselezionate ed elaborate dagli espositori presenti a Roma Motodays. Tra queste, nella giornata di sabato 10 marzo, saranno selezionate e premiate, appunto con il “Rione Officine Special Award”, le tre migliori creazioni per ciascuna categoria. La giuria del contest sarà formata da designer nazionali, internazionali e addetti di settore. I primi tre giudici sono tre mostri sacri della personalizzazione: XTR Pepo, Rough Crafts e Mr Martini. Le categorie che faranno parte del contest sono le seguenti: Best in Show, Cafè Racer, Scrambler, H-D Modified, S-Fighter, Old Style. Accanto al contest “Rione Officine Special Award” verrà promosso, da parte della Commissione Turistica e Tempo Libero della FMI, il premio “Iron Touring”, contest riservato agli iscritti di tutte le categorie ammesse al precedente contest che prevede una premiazione assoluta del binomio “conduttore e motociclo nel rispetto dell’abbigliamento e l’eleganza dell’insieme”. Il contest, che si avvarrà della giuria già designata per il “Rione Officine Special Award“, vedrà anche la presenza di Raffaele Prisco, Consigliere Federale e Coordinatore Direzione Tecnica del Settore Tecnico Sportivo della Federazione Motociclistica Italiana. Prisco, sarà inserito anche all’interno della giuria del “Rione Officine Special Award” così da dare vita a un binomio tra i due contest presenti all’interno di Rione Officine. Il criterio di valutazione Federale sarà in linea con i regolamenti Turistici Iron Touring e cioè il binomio bellezza conduttore motociclo e la fruibilità/utilizzo del motociclo ai fini del turismo e del tempo libero. La premiazione del contest “Iron Touring” si terrà sabato 10 marzo alle ore 17 presso il palco del padiglione 5.

SELF MADE CUSTOM GARAGE – In questo contest l’unica vera protagonista sarà la moto e colui che l’ha creata, customizzata o semplicemente resa unica utilizzando accessoristiche diverse. Potranno essere valutate l’estetica, la ciclistica, la guidabilità e le verniciature. Le moto che parteciperanno saranno giudicate dai preparatori delle officine presenti che avranno quattro giorni per conoscere e cogliere a fondo tutti i particolari e le caratteristiche delle special. La premiazione si terrà domenica 11 marzo alle ore 16.00.

AERO CONTEST – A cura dell’Accademia di Aerografia by Frans, e con la collaborazione del maestro Giorgio Uccellini direttamente da Birmingham, è lo spazio dedicato al mondo dell’aerografia. Tematica portante di quest’anno sono gli anni ‘60 e ’70 tra Surf & Beach Boys. La premiazione si svolgerà domenica 11 marzo alle ore 17.00.

RIONE OFFICINE MUSIC AWARD – Contest musicale che vedrà confrontarsi, sul palco del padiglione 5, band emergenti che si sfideranno tra loro a colpi di pezzi proprietari. I pezzi saranno giudicati da una giuria tecnica presieduta da Claudio GregoriGREG“, Nicola Di Stasio, Luca Mainardi e ospiti a sorpresa che interverranno nei quattro giorni di Roma Motodays.

CONCERTO DEL SABATO SERA – Per il secondo anno consecutivo, si conferma la festa del sabato sera, aperta a tutto il pubblico di Roma Motodays, che si svolgerà all’interno del padiglione dedicato al mondo delle Special e del Vintage e che culminerà con il concerto tenuto sul palco centrale dal gruppo Greg and Surf Service.

L’ARTE DEL TRAVERSO
Il Flat Track è quella spettacolare disciplina nata negli Stati Uniti dove si corre su circuiti ovali in terra battuta. E’ da sempre lo sport preferito di molti piloti del motomondiale: da Randy Mamola a Freddie Spencer, da Kevin Schwantz al nostro Valentino Rossi, che ha realizzato un ovale al suo ormai mitico Ranch di Tavullia. Quest’anno, dall’8 all’11 marzo, il Flat Track si conferma in Fiera Roma per il secondo anno con una nuova pista, più ampia, per consentire uno spettacolo ancora maggiore. Come già nella scorsa edizione, non si tratterà “soltanto” di uno show al quale assistere, ma i più intraprendenti potranno anche cimentarsi in sella alle moto appositamente preparate e approfittare delle lezioni di un maestro, quale è Marco Belli, che in questa spettacolare disciplina ha vinto quattro titoli italiani, tre inglesi, due europei e due americani, e che è anche istruttore federale FMI. A Roma Motodays il campione del traverso sarà presente con la sua “Di Traverso School”, l’unica scuola di flat track certificata dalla Federazione Motociclistica Italiana, in grado quindi di offrire anche la copertura assicurativa agli “allievi”. Il pubblico di Fiera Roma potrà dunque salire in sella alle Yamaha SR400 appositamente preparate. Nelle giornate di giovedì 8 e venerdì 9 a Roma Motodays si svolgeranno due corsi al giorno della durata di due ore e mezza ciascuno. “I corsi sono aperti agli appassionati di tutte le età, anche se non in possesso di patente, purché abbiano una minima esperienza nell’utilizzo di moto con le marce”, spiega Belli. “L’obiettivo è quello di farli andar via… di traverso”. Sabato e domenica si potrà assistere invece ad un incredibile contest riservato ai customizer: nell’ovale della Di Traverso School si sfideranno dunque moto incredibili e del tutto originali.

SPETTACOLI NELLE AREE ESTERNE
Le esibizioni nelle aree esterne costituiscono da sempre una grande attrazione di Roma Motodays, che da un anno all’altro arricchisce il parterre di artisti presenti. Perché di questo si tratta: sia gli stuntman che i freestyler, oltre ad essere degli atleti, sono dei veri e propri “creativi” nelle proprie discipline.

STUNTER 13 – Grande attesa per lo stuntman polacco Rafal Pasierbek, che tornerà a Roma Motodays dopo un’assenza di quattro edizioni per esibirsi con un grande show: “Stunter 13” è considerato tecnicamente tra i più forti stunt bikers mondiali e rientra tra gli atleti del brand Monster Energy. Richiestissimo, non è stato facile confermarlo per Roma Motodays: FXAction promoter di tutte le attività’ delle aree esterne di Motodays ha lavorato per mesi per averlo protagonista d’eccezione dell’area stunt. Saranno presenti i Daboot, i funamboli del Freestyle, in questa edizione con numeri da record: saranno 6 i piloti tutti in sella alle moto da cross curate nei minimi particolari esemplari unici per questa disciplina. Un cast veramente eccezionale che si esibirà da venerdì tarda mattinata e nel pomeriggio fino a domenica sera. Tra i freestylers, Vanni Oddera, Jannik Anzola, James Trincucci, allenato personalmente da Alvaro Dal Farra, Matteo Botteon, specializzato nei backflip, Dario Azzolini, Andrea Bof. Anche “Full Team Stunt Show” sarà presente alla decima edizione di Roma Motodays: alla guida del Team il funambolico Vanni, più conosciuto come Dr. Spalanca, uno tra i migliori stunt internazionali, che si esibirà nelle aree esterne di Roma Motodays in sella al suo potente quad proto motorizzato Yamaha R1. Il Full Team Stunt Show sarà presente fin dal venerdì.

CORSI – NANNELLI RIDERS ACADEMY – Da giovedì 8 si parte con le iscrizioni e poi tre giorni di corso per tre appuntamenti giornalieri, dal 9 all’11 marzo: si tratta di un corso su minimoto per talenti in erba organizzato dalla Nannelli Riders Academy, la scuola gestita dal campione toscano Gianluca Nannelli, che mette a disposizione anche abbigliamento, accessori di protezione e minimoto. Per partecipare occorre due minutipresentarsi accompagnati da un genitore e con un certificato medico. Il corso si svolgerà nell’area freestyle.

CORSO HOBBY SPORT MINICROSS – Dal pomeriggio di giovedì 8 fino a domenica 11 marzo si svolgerà l’attività di Hobby Sport Minicross gestita da FXAction. Anche in questa occasione i ragazzi che intendono partecipare devono presentarsi con un genitore e il certificato medico. Moto e abbigliamento protettivo saranno messo a disposizione dall’organizzazione.

GUIDA AL BUIO – Nei giorni di giovedì 8 e e venerdì 9 marzo nell’arena esterna di Roma Motodays si svolgerà una particolare attività a cui potranno partecipare tutti. Gli istruttori faranno provare la “Guida al Buio“: un progetto che nasce dal record di Daniele Cassioli, che oltre ad essersi laureato nove volte campione mondiale di sci nautico è entrato nel Guinness World Record perché da non vedente ha percorso in due minuti e quindici secondi alla media di 50,66 km/h un giro della pista di Castelletto di Branduzzo. Il suo istruttore, Omar Frigerio, sarà a disposizione del pubblico di Roma Motodays per far provare l’esperienza di guidare bendati: un’esperienza che punta a far capire il valore dei restanti quattro sensi e le capacità di adattamento della nostra mente.

LE GARE
Nell’arena di Roma Motodays, adiacente ai padiglioni, saranno allestite le piste che ospiteranno le gare organizzate da FXAction, l’organizzazione che cura gran parte dei Campionati Nazionali di Motocross. FXAction festeggia il decennale con Roma Motodays: è infatti dalla prima edizione che ha il compito di gestire queste attività in Fiera Roma. Sabato 10 e domenica 11 marzo si disputerà la gara riservata all’Enduro Country. Il tracciato sviluppato all’interno dell’Arena di Roma Motodays sarà interamente visibile al pubblico. Cinque le categorie al via: Mini con i giovanissimi, 125cc, Open Amatori, Open Agonisti fino a 450cc, e una classe femminile che vedrà schierarsi, tra le altre, Valentina Onori e Tania Milani. Ogni gara, dopo le prove libere e cronometrate, prevede una decina di manche dedicate all’Enduro Country. Domenica 11 marzo, la tradizionale gara di Supermoto: al via molti protagonisti dei campionati internazionali per aggiudicarsi l’ambito Trofeo Motodays edizione 2018. Il misto terra/asfalto di Motodays è sempre stato molto apprezzato dai piloti, perché il circuito è molto tecnico e consente di esaltare le doti dei piloti con dei traversi incredibili. La partenza dal cancelletto, insolita per la Supermoto, darà un tocco di originalità all’evento.

VO
Non solo due ruote a Roma Motodays: per la prima volta, infatti, in contemporanea al Salone della Moto e dello Scooter si svolge VO, il Salone del Veicolo d’Occasione. L’ingresso è gratuito per i visitatori di Motodays. Nato con l’obiettivo di mettere a disposizione di pubblico e operatori un evento e un canale di vendita per i veicoli d’occasione nuovi e innovativi, VO punta ad offrire una vasta gamma di veicoli in mostra sotto un unico tetto e conferire al settore un’immagine di qualità, attraverso garanzie e certificazioni. Un evento che sostiene la Sicurezza Stradale, poiché incoraggia al rinnovamento delle flotte, alla sostituzione dei veicoli datati proponendo opzioni di seconda mano ma dotati dei migliori equipaggiamenti e standard di sicurezza attivi e passivi: una scelta che si traduce nella sensibile diminuzione del numero degli incidenti sulle strade.

INFO UTILI
Motodays sarà aperto al pubblico da giovedì 8 a domenica 11 marzo, con orari 10.00 -19.00 a eccezione di sabato 11, quando Motodays chiuderà alle 20.00. Il biglietto intero giornaliero, acquistabile in prevendita direttamente su Vivaticket, costa 12 euro nelle giornate di giovedì e venerdì, 16 euro il sabato e la domenica. Il biglietto dà diritto ad accedere anche a VO, il Salone del Veicolo d’Occasione. Sconti e riduzioni: gli over 70 avranno invece diritto ad una riduzione di 3 euro, così come i possessori di un Coupon riduzione. I biker associati FMI, HOG, BMW Motorrad Federclub e Motoclub affiliati a Roma Motodays godranno invece di una riduzione di 4 euro. Per i bambini al di sotto dei 120 cm di altezza, per i militari e le Forze dell’ordine in divisa e per i portatori di handicap (1 accompagnatore compreso), l’ingresso è gratuito.

Roma, 1°marzo 2018

Ufficio Stampa Motodays
Fiammetta La Guidara
Phone: + 39.335.8432139
Email: press@motodays.it